Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Abruzzo L'Aquila and its province Pettorano sul Gizio

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

More About

Here you can find info and tips about the area you are visiting.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Pettorano sul Gizio

Description

The origins of the name of this town in the province of L'Aquila are uncertain, in fact, some historians believe that it derives from "pectorale" (for the shape of the housing area, similar to a chest armor piece), while others are sure that the town was named after an ancient Roman patrician landlord (Pictorius), and finally, for others from the rocky nature of the place.
Mentioned for the first time in 1093, the town developed in the Lombard Ages around a castle, and with the advent of Normans it was already an established economic reality. With the Angevin, the feud was granted to Angoult of Amiel, Lord of Courbain. In 1310 it was ceded to the Cantelmo, that ruled until 1750. These were replaced by the Montemiletto until the abolition of feudal rights.
Not to miss:
- the Castle of the Cantelmo, which was originally built in the Lombard period and that encouraged the phenomenon of building fortified towns between the X and XI century. It has been recently restored and now is the seat of a museum and an exhibition hall;
- the Church of San Dionisio, cited in 1183. To its right stands a beautiful portal transferred here from the nearby Carmelite convent in 1842;
- the Church of San Rocco, a votive building erected by the inhabitants after the plague of 1656;
- the Church of Our Lady of the Libera, built in 1680 by the family Vittori of Aquila;
- the Church of St. Nicholas, one of the oldest in the country, already mentioned in 1112;
- the Church of St. John, mentioned in 1183;
- the Church of St. Anthony;
- the ancient gates to the town (Porta San Nicola, Porta del Mulino (mill), Porta San Marco, Porta Cencio, Porto Santa Margherita);
- Palazzo Ducale, the main residence of the Cantelmo, which consists of three rectangular buildings joined in a "U" shape and face on to the Valley of Gizio;
- the Castaldini, originally the residence of the Castaldo Family, financial administrators of the Lords of Cantelmo ;
- the Inn, located not far from the castle, a shelter for travelers along the ancient road, built at the times of Napoleon.

Map

This town web page has been visited 22,627 times.

Choose language

italiano

english