Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Piedmont Monferrato and surroundings Penango

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

More About

Here you can find info and tips about the area you are visiting.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Penango

Description

The town's name has uncertain origins: some sources attribute it to person's name of Germanic origin, "Penno". A small town in the province of Asti, it is situated on a hill on the right bank of the Rio Grana, bordering with the territory of Alexandria.
It is believed that in the Middle Ages, Penango was just a small district, part of the "iudiciaria torrenti" which lost its autonomy in the X century when it was divided between the citizen committees of Asti, Vercelli and Turin. In the next century the area was claimed by the Aleramici and the Bishops of Asti and Vercelli. Subsequently it became, with Cioccaro, a possession of the Lords of Olivola. In the XIV century the territories were annexed to the nearby towns and became part of the Cantons of Moncalvo. Proclaimed fief by Duke Carlo Gonzaga, Penango was ceded to the Marquis Jean Galbert de Campistron, secretary of the King of France. The new community was founded in 1704 with the division of the Canton of Moncalvo into three smaller ones: Patro, Santa Maria e Penango. From this period onwards, in the Southern area of the District of Moncalvo, several diverse and heterogeneous settlements were founded. In 1717 all the rights were sold to the Marquis Francesco Mossi of Morano. It then belonged to the Duchy of Monferrato and was annexed in 1708 to states of the Savoy, becoming part of the province of Casale. This situation lasted until the fall of the old regime. Under the French, it was submitted to Alexandria in the department of Tanaro before and Marengo later. In 1814 Penango became part of the reconstituted province of Casale, till in 1859 it returned under the rule of the province of Alessandria.

Not to miss:

- the Parish Church of San Grato, built in the late XVII century, and rebuilt and enlarged around the middle of next century in Baroque style, probably designed by Magnocavallo. It was restored and decorated in 1897 by the Morgari. Inside are preserved two paintings of the artist Caccia, a wooden choir, brought here from the Church of Santa Maria of Piazza di Casale, the organ gallery and the confessional, that date from the second half of the XVIII century, art works of the craftsman in ebony, Allemano;
- the medieval Church of Saints Ippolito and Cassiano;
- the Parish Church of San Vittore, located in the district of Cioccaro, was erected where once stood a previous Romanesque church of which remain only some arches and a window. It features a single nave and houses two paintings of the artist Caccia.

Map

This town web page has been visited 24,453 times.

Choose language

italiano

english