Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Piedmont Monferrato and surroundings Quargnento

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

More About

Here you can find info and tips about the area you are visiting.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Quargnento

Description

The name derives from the Latin word "quadraginta" (forty), indicating the miles that separate the center from Turin. A municipality in the province of Alexandria, whose territory borders with those of the regional main city, is famous world-wide for being the birthplace of the artists Carlo Carra and Giulio Benzi.
The area was originally inhabited by tribes of Stazielli, defeated by the Romans during the Second Gaul War, who settled here and created a military post to take advantage of its particularly favorable location. The discovery of coins and inscriptions evidence the foundation date of 189 B.C. The original garrison became an important reference point for the neighboring towns. After the fall of the Roman Empire the town became part of the dominion of the Bishop-Count of Asti. During the XII century the town flourishing and was favored with important privileges. During the next century, Quargnento shared the vicissitudes of the regional capital. Frederick Barbarossa, who tried to siege Alexandria, without success, in retaliation damaged the town and completely destroyed the castle. In 1467 it was proclaimed fief and ceded to the Visconti-Sforza of Milan, and in 1723 it was incorporated into the Kingdom of Savoy

Not to miss:
- the Basilica of San Dalmazio, consecrated in the XII century, it was destroyed by Frederick Barbarossa, rebuilt in 1270 and enlarged in 1560. Inside it preserves the remains of precious art works, including a triptych of Gandolfino from Loreto, a XVI century painting of Cossali, a terracotta of Filiberto of Alexandria, an important XVI century crucifix and other crafts;
- the Church of the Holy Trinity;
- the Church of San Bernardo;
- the Nativity scene of the Virgin Mary in the district of Boschetto;
- the Chapel of San Giovanni Bosco;
- Villa Cuttica in Cassine built in 1763.

Map

This town web page has been visited 25,366 times.

Choose language

italiano

english