Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Latium Latium countryside Latina

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

More About

Here you can find info and tips about the area you are visiting.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Latina

Description

Founded in 1932 with the name of Littoria, Latina was the first of four "new cities" built in the area during the Fascist regime after the drainage of the lands of the Agro-pontino. In the Old Ages the area was inhabited by the Volsci at first and then became part of the Roman Empire. After the Fall of the Roman dominion and the Barbaric invasions that destroyed all the drainage constructions built by the Romans, the area returned to be an unhealthy marshland that not even the Pontifical State was able to reclaim.

Inaugurated on December 18th 1932 after an important ceremony to which also Mussolini was present, Littoria was inhabited not only by people of the area but also by immigrants from Veneto, Friuli, Emilia and Abruzzo. In 1946, after the Second World War, the city was obliged, by the Allied Forces, to change its name its name into Latina, a strong sign of its snap with the past.

Badly damaged during the air raids, only a few buildings of the fascist era are still intact, typical expressions of Modern architecture.

The Town Hall (1932-1933) dominates the Piazza del Popolo and is based on the project of the architect Oriolo Frezzotti and features a two floor building with a portico on the higher floor and a central bell tower.

Inside a large garden area decorated with a bronze statue (Dafne 1923) of the artist E. Mayo, a donation made in 1933 by the Fascist Confederation of Employers and Workers.

The Palazzo della Questura (Police Headquarters 1934-1936), was built on a project of the architect Ernesto Caldarelli, whilst the Post Office building was a project of the famous architect Angiolo Mazzoni.

The Cathedral of San Marco faces onto the Piazza with the same name and was completed in 1933 and is a modern restyle of a Romanesque church. The façade features three tall arches divided by pillars that are wrapped with different materials to create a dual colour. On the sides four statues feature the Evangelists. At the top of the façade there is a triangle shape slab with the emblem of Pio XI.

Map

This town web page has been visited 30,442 times.

Choose language

italiano

english