Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Latium Latium countryside Rieti

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

More About

Here you can find info and tips about the area you are visiting.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Rieti

Description

Rieti is the main city of its own province, still today known as Sabina. The city is situated at the center of the Italian peninsula (umbiliculus Italiae), near to the fertile plain of Reatina at the feet of the Terminillo mountains and it is crossed by the river Velino.

In the Old Ages the plain was a marsh flowed by the lake Lacus Velinus, that was reclaimed during the Roman Empire Ages, altering the course of the water towards the Umbrian territories, which flow into the highest European waterfall: la Cascata delleMarmore.

The region was inhabited since the Iron Age. It was at first conquered by the Sabini, then it became part of the Roman Empire in 290 b.C. with an edit of the Console Mario Curio Dentato. The city developed during the Golden Ages of the Roman Empire and slowly decayed with its decline and suffered the destruction of the Barbarian invasions.

In 1178 Rieti proclaimed its own council and was always at the side of the Pontifical State throughout all the controversies over the centuries. An important period of the city's expansion was certainly '200, evidenced by the construction of important civic and religious buildings and the fortified walls. During the XV and XVI centuries the city had to contest with the region of Abruzzo on territorial claims and with the city of Terni for the rights of extraction from the Quarry delle Marmore.

In Romanesque style, the Cathedral of Santa Maria Extra Moenia has three naves and a façade a capanna and a splendid portal of '200. Inside the following masterpieces can be admired: a fresco of the artist Antonazzo Romano; a statue of Santa Barbara sculptured by Giovannantonio Mari, probably designed by Bernini and a painting of Andrea Sacchi.

The bell tower with arched windows and decorated with clay brick ornaments. Near to the Church arises the hexagonal shape Baptistery decorated with frescos of different periods, that represent the Last Judgment and episodes of the life of Saint John the Baptist.

Worth a visit: the Gothic Churches of San Francesco (with frescos of '300), of San Domenico and Sant'Agostino (with a fresco of Liberato di Benedetto daRieti); the Church if San Ruffo ('600), where it is possible to admire a beautiful Caravaggio style painting of Spadarino; the Oratory of San Pietro Martire, full of frescos of the Last Judgment, artworks of the artists Lorenzo and Bartolomeo Toresani (1552-1554); the small Church of San Pietro Martire in Via Molina (a superb wooden and golden ceiling and paintings of Acani Vincenzo Manenti); the Church of Sant'Antonio Abate with a façade designed and completed by Giacomo Vignola; the Church of Santa Scolastica of Francesco Fontana, with paintings of Andrea Sacchi and the Neoclassic Palazzo Ricci of Giovanni Stern.

Not to miss: the ruins of the Roman bridge along the river Velino; the medieval walls, which are stil visible on one side of the city and are opened by the entrance archways (Porta d'Arci, Porta Aringo, Porta Conca, Porta Cintia and Porta Romana); the Monument to the Lira (old Italian currency before the Euro),

result of the fusion of 2 million and 200 thousands metallic coins of 200 lire and features the Italia turrita (the personification of Italy) which holds a large coin of one lira, the Vespasian Theatre, built at the end of 1800.

Map

This town web page has been visited 24,162 times.

Choose language

italiano

english