Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia Giulia's Coast Aquileia

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

More About

Here you can find info and tips about the area you are visiting.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Aquileia

Description

A large municipality in the province of Udine, not far from the lagoon of Grado, crossed by the River Natissa, Aquileia is a center of fine art and rich in history for the presence of archaeological excavations, important early Christian and medieval monuments. It was a Roman military garrison and features a typical forum located close to the intersection of the Decumanus Maximus and the Cardo Maximus.
Founded in 181 B.C. , under the domain of the Romans, the town expanded rapidly and gained fame as a major political and administrative center and as a hub of commerce. when the Empire fell, it remained without order and defense and was easy prey of the Barbarians of Alaric, the Huns of Attilas, the Goths and the Ostrogoths, attacks that brought to an inevitable period of decline. Around 568 in the region was invaded by the Lombards and the territories were incorporated into the Duchy of Fruili and assigned to Gisulfo, nephew of King Alboin. After the spread of Christianity, the center exercised a new moral and cultural function and its bishop's was empowered and dominated over the whole breadth of the jurisdiction. In the Middle Ages, after some early difficulties, the patriarchs extended their dominion over a large part of the region. Subsequently the town submitted a second period of decline and was incorporated into Venetian State, which in 1420 ended the domain of the patriarchal state.

Attractions:
- the Basilica, not far from Natissa, was rebuilt in Romanesque style in the early decades of year 1000 on the ruins of an existing building of the IX century and later was completed with Gothic and Renaissance decorative elements . It is preceded by an arcade supported by columns and covered by a roof, that connects the church of the Pagans and the Baptistery. Its façade features haute reliefs, niches and a double lancet window, while the side walls are interrupted by arches and lancet windows. It is flanked by a massive church Bell tower with a square base, dating to the XI century and has been subject to restructuring during the XVI century and is surmounted by a conical spire. Inside is preserved a triptych of the artist Pellegrino of San Daniele, which dates back to 1503;
- the Church of the Pagans of the IX century;
- the Baptistery dating from the V century;
- the Roman cemetery with five tombs dating from between the I and IV centuries;
- the beautiful mosaics, the ruins of the market, walls, roads, traces of the port and the Forum of the Roman period;
- the Archaeological Museum, which contains funerary portraits, statues, funerary objects, objects in glass, silver and gold;
- the Early Christian Museum.

Map

This town web page has been visited 38,481 times.

Choose language

italiano

english