Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Piedmont Valsesia Prato Sesia

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

More About

Here you can find info and tips about the area you are visiting.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Prato Sesia

Description

Prato Sesia is a municipality in the province of Novara, bordering the territory of Vercelli, located on the left bank of the river Sesia, not far from Romagnano. It is located in a peculiar position: between the province of Novara and the mouth of Val Sesia, with lands that do not feature the plains of first area or the mountain characteristics of the second. The town is divided into three districts (Prato Vecchio, Prato Nuovo e Gabbio) and enjoys a privileged location from which it is possible to admire the Monte Rosa. It is known for being the birthplace of the notorious Fra Dolcino, heretic, bandit and preacher, quoted by Dante in his Divine Comedy, and of Giacomo Antonini, a heroic fighter in the army of Napoleon, who received the French Legion of Honor.
The territory was inhabited by the Romans, as evidenced by the discovery of amphorae and coins in the district of San Grato. The town was quoted in a historical document for the first time in 1014. It was for centuries a district of Romagnano and only at the end of the XVI and early XVII century it started to obtain its own autonomy. During the XX century the town submitted a progressive destination transformation from agricultural to industrial. During the Second World War it was the scene of the partisan resistance against the Nazi-Fascist forces.

Not to miss:

- the Parish church of St Bernard of Menton, already named in historical documents of the XIV century. It features three naves bounded by granite columns, six marble altars in Baroque style, including the altar of St. Joseph with a wooden altarpiece depicting the Nativity, by Renolfi dating from the period between 1590 and 1632. The chapel on the right, entitled to the Rosary, is frescoed with paintings of the artist Grassi, which date back to 1713, the chapel on the left, dedicated to Santa Marta, is embellished with bas-reliefs of the late XVIII century and finally the chapel of the Crucifix, erected in 1872 to preserve an old crucifix and paintings of the XVIII century, only recently restored. The Bell Tower was rebuilt in 1724 in place of the original one.
- the Chapel of St. Mark decorated with XVIII century frescoes.
- the Oratory of St. Charles.
- the Oratory of the Madonna della Neve in Baraggiotta, consecrated in 1714.
- the Oratory of the Blessed Virgin of the Oak of 1646.
- the Church of San Sebastiano, built in 1730.
- the Church of Our Lady of the Oak in Prato Vecchio.
- the Tower dating from the XI and XIII century.

Map

This town web page has been visited 16,151 times.

Choose language

italiano

english