Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

english

you are here: Home Abruzzo Chieti, Pescara and Teramo Teramo

Stay

Visit a locality browsing the menu on the left. In each Italy area you can then choose the best touristical structures we are proposing.

More About

Here you can find info and tips about the area you are visiting.

Print this page Send to a friend by e-mail

Share:
fb-like
g-plus

Teramo

Description

Teramo is situated in the Tordino Valley, a hill-side location at the feet of the Gran Sasso and was founded by the Phoenicians with the name of "Petrut" (highland surrounded by the waters), translated into Latin by the Romans with the name "Praetutium". During the Roman Empire the city gained its highest level of splendour, evidenced by the construction of amphitheatres, thermal baths and theatres, traces of which are still visible today.

In the Middle Ages the city was conquered by the Longobardi and became part of the Dukedom of Spoleto. In 1234 Federico II of Svevia divided the Reign of the Sicily into Giustizierati and Teramo was assigned to Sulmona. At the end of the XIV century the city feel under the dominion of the Lords of Acquaviva. It was later governed by Francesco Sforza, then by Alfonso D'Aragona. In 1798, Teramo feel under the Austrian dominion, then to the French and finally returned to Reign of Naples in 1815.

The Castle Della Monica, an '800 fortress built on the ruins of a medieval construction and dominates, from the top of the hill of San Venanzio, over the city. It was edified under the supervision of the local artist Gennaro Della Monica who decorated the interiors with a personal selection of paintings, original sculptures, columns and capitals.

The most important monument is the Cathedral, entitled to the Madonna Assunta and San Berardo, patron Saint of the city. Started in 1158, it is a three-nave church in Romanesque style. Modified in '300 and '400 and restyled over the years to feature the actual aspect.

The façade features a portal of '300 of the artist Diodato Romano and a large rose window; at the back of the building arises a square-shape bell-tower. Inside the Cathedral, opposite to the main altar there is a silver altar piece which is a masterpiece of Nicola da Guardiagrele and a series of paintings that represent the life of Sant'Agostino of the Venetian artist Jacobello dal Fiore.

The Vescovado is the seat of the offices of the Curia Aprutina and of the Bishop. Built in 1374, the building features a medieval castle battlement and fortification. In this district, worth of mention, the Casa Urbani, a splendid private building of the XI-XIII century, the Casa del Mutilato, built in occasion of the pestilence of 1348 and also known as the Church della Misericordia or della Presentazione, the Palazzo della Provincia, of the Borbonic period, the Palazzo Civico, of which only the equilateral pointed archways are original features of the antique building of '300 and the Convitto.

Map

This town web page has been visited 30,663 times.

Choose language

italiano

english